Molino Rosso

Durante il riposo nelle barrique, il merlot subisce un percorso evolutivo molto interessante guadagnandone in morbidezza ed equilibrio. Con il passare del tempo, infatti, i tannini giovani provenienti essenzialmente dalle bucce degli acini d’uva pian piano polimerizzano e precipitano sul fondo conferendo morbidezza al vino. Inoltre, a contatto con il legno, quest’ultimo, rilascia all’interno del vino, oltre agli aromi terziari, quali ad esempio i sentori di tostatura e speziatura, una certa quantità di tannini cosiddetti ellagici che si caratterizzano per essere decisamente meno aggressivi di quelli dell’uva. Infine, la microporosità del legno garantisce la micro-ossigenazione del vino con effetti importanti sul grado di maturazione dello stesso. Il risultato è un vino molto equilibrato, morbido e piacevole che si caratterizza al palato per una sensazione di velluto piuttosto evidente.